I laboratori AD-IN CANT’AZIONE

Sono atelier della Cura:

Spazi dedicati al SELF CARE, attraverso attività psico-fisiche che, grazie all’utilizzo dei diversi linguaggi espressivi, verbali e non verbali, offrono momenti di nutrimento fisico, emotivo e mentale. L’attività arricchisce se stessi e la qualità delle relazioni.

Lo spazio di atelier ha un aspetto ludico realizzato nella dimensione del gruppo. L’atelier della Cura ravviva la capacità emotiva e trasformativa di ogni partecipante. È per questo che l’atelier favorisce lo sviluppo di un sostanziale benessere psicofisico.


I laboratori AD-IN CANT’AZIONE

Aprono alle attività espressive e creative

proponendosi come il luogo dove ognuno può vivere l’esperienza del proprio movimento, del proprio gesto attraverso attività di danzaterapia, pittura, canto, lavoro manuale di restauro o costruzione di oggetti. AD-IN CANT’AZIONE è uno spazio accogliente dove sperimentare la propria capacità creativa, i limiti e le possibilità, dove progettare e costruire partendo dalle proprie fantasie e dai propri desideri autentici.

I diversi laboratori aprono all’incontro e alla collaborazione attraverso la possibilità di esprimere un’azione ed emozione autentica, nella coscienza di sé e dell’altro.

Le attività psico-pedagogiche prevedono la presenza sia operatori psicologici che di pedagogisti e sono rivolte specialmente ad adulti.

Partecipa alle attività chi desidera approfondire le proprie capacità creative ed espressive o necessita di affrontare la rielaborazione dei propri disagi emotivi.


I laboratori AD-IN CANT’AZIONE, quindi, attraverso lo sviluppo di idee e risorse per la cura di sé

Cercano parole per dirlo

parole suscitate dai diversi linguaggi espressivi umani che consentono di esprimere le parti più profonde del Sé, quelle parti dimenticate o non ancora conosciute e che avvalorano l’originalità di ciascuno di noi.

Le attività proposte sono anche sinergiche rispetto il buon funzionamento della psicoterapia: aumentano la possibilità del paziente di esprimersi, descriversi, elaborare le proprie esperienze traumatiche.

laboratori AD-IN CANT’AZIONE attualmente attivi

  1. Laboratorio IN-CANTO

    da marzo 2016, il venerdì dalle 17:00 alle 18:15 per 12 incontri

    Il segreto del canto risiede
    tra la vibrazione della voce di chi canta
    ed il battito del cuore di chi ascolta.

    (Kalhil Gibran)

    La voce è luogo di integrazione e trasformazione e metterla in campo significa affermare la propria presenza e il desiderio di comunicare, esprimersi, essere se stessi, sintonizzarsi ed incontrare l’altro. La voce soddisfa il bisogno di reciprocità, differenzia e collega.

    La voce è luogo di equilibrio, della gioia, del dolore dello scambio. E’ la sintesi di ogni generosità.

    Attraverso la voce, il corpo esprime le proprie emozioni e allo stesso tempo è a sua volta a servizio della voce e trasmette le emozioni agli altri. La voce diventa canto, che è ascoltarsi ed essere ascoltati, sentirsi ed essere sentiti.

    Un corso che aiuta a rendersi consapevoli e accogliere le proprie emozioni, attraverso il potere curativo della musica e della sua creazione.

    L’intimità del proprio sentire viene portata fuori dal corpo, si fa nascere, vivere e lasciare andare, per lasciarsi andare, attraverso i suoni e la voce, nel mondo.

    Il canto permette di mettersi in gioco individualmente e in un gruppo che diventa coro, entrando in contatto con gli altri e con se stessi attraverso le vibrazioni del proprio corpo e l’ascolto reciproco.

    Si impara a conoscere il proprio respiro, a gestirlo, a interpretarlo.

    Attraverso questa attività si può migliorare il proprio benessere psicofisico e contestualmente la propria tecnica di canto, accompagnati di volta in volta, in un crescendo di tecnica ed improvvisazione sonora. Il corpo e la mente si rilassano grazie all’emissione vocale e una tecnica di canto corretta.

    Un gruppo rivolto a coloro che vogliono sperimentare la Voce come suono ed il canto come vibrazione del proprio corpo.

    Un’esperienza dove trovare la propria voce, dare spazio al proprio suono interiore e lasciarsi andare alle emozioni della vita.

  2. Laboratorio TRASFORMARE

    mese di maggio, il martedì dalle 19:30 alle 22:30 per 5 incontri

    Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
    Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
    Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.


    L’esperienza TRASFORMARE, prende l’avvio dalla considerazione che tutto cambia, al di là della nostra volontà, nello scorrere del tempo, nei limiti dello spazio che c’è.

    Il cambiamento è vita che scorre, tra il fluire ed il fiorire.

    Il laboratorio ha come obiettivo di indurre nei una partecipazione attiva allo scorrere delle cose, gestendo il cambiamento attraverso una volontà creativa di trasformazione delle medesime.

    Trasformare è un lavoro che si fa con la fantasia, con la creatività e soprattutto con le proprie mani.

    Il laboratorio è dedicato a chi vuole sperimentarsi nelle proprie capacità di rigenerazione, nelle proprie capacità creative ed imparare ad evitare di buttare risorse importanti nella propria vita.

  3. Laboratorio di PITTURA ESPRESSIVO UMANISTA

    da marzo 2016 il giovedì dalle 20:30 alle 22:00 per 12 incontri

    Sogno di dipingere e poi dipingo il mio sogno.
    (Vincent Van Gogh)

    La pittura espressivo umanistica è una attività che ha come obiettivo di accompagnare la persona ad aprire lo sguardo al proprio mondo interiore, permettendo che questo prenda forma e colore, così da essere accessibile e narrabile. Nel momento in cui tale mondo appare attraverso il processo del “prender forma” ciò che emerge è sconosciuto, non ancora familiare e alle volte non corrispondente ai pensieri e fantasie che ciascuno ha su di sè. Ecco perché le attività di Pittura Espressivo Umanistica sono condotte da un pedagogista opportunamente preparato nelle tecniche di Pittura Intuitiva ed uno psicologo psicoterapeuta che ha il compito di addomesticare l'ignoto emerso e renderlo fruibile al cliente. In questo modo la Forma apparsa sul foglio non verrà assoggettata alle resistenze di chi l’ha dipinta e la realtà del quadro potrà costituire una ricchezza per il pittore.

    I dipinti prodotti in questo tipo di attività sono possibilità di contatto con l’interiorità propria, con le fantasie e le speranze di ciascuno. Tutto ciò che Prende Forma potrà allora sorprendere e stupire ed aprire nuovi orizzonti su di sé e sul proprio mondo affettivo-relazionale.

    L’attività va a coinvolgere gli aspetti impliciti della persona, quegli aspetti che silenziosi e consistenti concorrono a definire il proprio modo di essere.

    L’Attività è rivolta a coloro che desiderano approfondire la conoscenza di sé, a coloro che affrontano momenti difficili della loro vita, a coloro che vogliono affiancare al percorso di psicoterapia individuale un percorso di gruppo.


gallery

gallery




Ultima modifica il Lunedì, 29 Febbraio 2016 14:21
Torna in alto